Carta di credito a zero spese: ora è possibile

La carta di credito è uno strumento di pagamento che presenta un costo superiore rispetto ad altre tipologie di carte, ma ora è possibile azzerarlo

Uno degli argomenti di punta degli ultimi tempi è quello relativo ai pagamenti elettronici, sicuramente comodi, anche se hanno anche degli aspetti negativi, non ultimo quello di non avere contatto diretto con propri soldi, letteralmente, perché pagando con questi strumenti si rischia di perdere il conto delle spese e sembra quasi di non essere noi a pagare.

La possibilità di una carta di credito a zero spese – Notizie.com –

Negli ultimi anni la popolarità dei pagamenti elettronici in Italia è aumentata, come è dimostrato dalla crescita registrata sia dal transato sia dal numero di transazioni effettuate con tali strumenti. La spinta decisiva si è avuta con l’emergenza sanitaria, che ha portato i consumatori a optare per i pagamenti con carta e smartphone per motivi igienici.

Il pagamento con carta di credito

Gli italiani prediligono ancora i contanti, ma negli ultimi anni il ricorso ai pagamenti elettronici è diventato sempre più comune. Questo prevede però un costo che può variare da istituto bancario all’altro e dalla tipologia di conto al quale il pagamento elettronico è agganciato. Per ovviare a tutto ciò diversi istituti di credito stanno proponendo nuovi strumenti, come le carte prepagate, ma alcuni sono arrivati a offrire vere carte di credito a zero spese. Anche perché, in genere, la carta di credito è quella ad avere, da sempre, i costi più alti rispetto a tutte le altre carte di pagamento. La carta di credito è uno strumento di pagamento, attraverso il quale è possibile acquistare beni e servizi e prelevare somme di denaro presso sportelli bancomat situati in tutto il mondo. Il limite di operazioni effettuabili dipende dal “plafond” accordato dalla banca, cioè la somma che la banca permette al cliente di utilizzare con la carta di credito. La caratteristica tipica della carta di credito è che, a differenza ad esempio del bancomat, l’addebito delle spese non avviene al momento dell’acquisto, ma è posticipato. Inoltre è necessario che esista un rapporto di credito tra cliente e banca, sul quale quest’ultima possa addebitare le spese effettuate con la carta stessa.

L’elergenza sanitaria ha incrementato le spese con moneta elettronica – Notizie.com-

La possibilità di azzerare i costi

Ma altre tipicità di una carta di credito “standard” è che ha una discreta commissione annuale, commissioni abbastanza elevate sui prelievi di contante e sugli acquisti effettuati. Per andare incontro a tutti i suoi clienti e anche a quelli potenziali Advanzia Bank ha ideato la Carta YOU, uno strumento che offre numerosi vantaggi, primo fra tutti l’azzeramento dei costi. Infatti Carta YOU è senza commissioni annuali per sempre, offre la possibilità di accedere a tutte le assicurazioni a 0 € in modo permanente, non fa pagare commissioni per il prelievo di denaro in contanti, su più di un milione di sportelli automatici e non ha commissioni per acquisti effettuati anche all’estero. Ma a tutto ciò si aggiunge anche la possibilità del pagamento differito  gratuito fino a 7 settimane, di fatto la rateizzazione degli acquisti, e una assicurazione di viaggio gratuita e completa. Inoltre non è necessario cambiare banca, perché si può sottoscrivere anche utilizzando il conto di cui si è già titolare. Infatti è a tutti gli effetti una carta di credito revolving appartenente al circuito Mastercard, ed è quindi accettata in tutto il mondo, non è una prepagata. Il plafond di Carta YOU viene definito a seguito dell’emissione, sulla base dei dati forniti dal cliente, e viene incrementato nel corso del tempo, senza costi, se il cliente si conferma un buon pagatore saldando quanto dovuto nei tempi corretti. È possibile, in ogni caso, richiedere l’incremento del plafond in base alle proprie esigenze. Per richiedere Carta YOU è possibile seguire una semplice procedura online che consente di ottenere rapidamente la carta di credito gratis, da usare in tutte le situazioni.

Impostazioni privacy