Partita Iva, come sapere se è valida? Tutte le info da conoscere

Vi siete mai chiesti come fare per sapere se una Partita Iva è effettivamente valida? Qui avrete tutte le informazioni necessarie 

Per rispondere a questa domanda è l’Agenzia delle entrate ad aver fornito una risposta fin troppo dettagliata su come ottenere informazioni sulla effettiva posizione di una determinata partita Iva. Non è affatto un mistero che il mondo del lavoro nasconde delle insidie non indifferenti. Ed è per questo motivo che il consiglio principale è quello di verificare lo stato di una partita Iva. Non è altro che un codice identificativo di 11 numeri e 2 lettere che contraddistingue un soggetto economico.

Tutto quello che dovresti sapere sulla Partita Iva
Partita Iva (Pixabay Foto) Notizie.com

Una volta che si inizia una nuova collaborazione (che sia azienda o altro) si diventa parti di contratti definiti a prestazioni corrispettive. Si assume il ruolo di debitori/ creditori. Per chi non lo sapesse l’Agenzia delle Entrate può anche disporre la chiusura d’ufficio della partita Iva. Se dovessimo trovarci con una azienda in difficoltà, risulterebbe difficile trovare soddisfazione del proprio credito anche perché chi non ha una posizione Iva regolare in molti casi non può emettere fattura. Chi lo fa commette un reato.

Come fare per riconoscere una Partita Iva?

Non solo: gli stessi clienti non possono avvalersi di deduzione e detrazioni fiscali. Come fare per verificare l’esistenza o la validità di una P.I? Senza bisogno di accedere all’area personale è possibile controllare: stato attività P.I, denominazione, nome e cognome della persona fisica titolare della P.I, data di inizio e cessazione dell’attività ed eventuali sospensioni intervenute nel tempo, eventuale partecipazione della P.I ad un Gruppo Iva.

Tutto quello che dovresti sapere sulla Partita Iva
Partita Iva (Pixabay Foto) Notizie.com

Dove poter controllare il tutto? Basta recarsi su internet e andare alla pagina “Verifica Partita Iva”. Successivamente bisogna inserire il numero identificativo nell’apposita barra per ottenere tutte le informazioni utili agli utenti. Nel caso in cui bisogna verificare se una P.I può compiere operazioni commerciali comunitarie, si può controllare il Vies. Di cosa stiamo parlando? Del ‘Vat information exchange system‘. Non è altro che un sistema di scambio di informazioni sull’Iva.

In merito a ciò sono obbligati ad iscriversi tutti i tipi di soggetti che hanno intenzione di effettuare delle operazioni con imprese, società o professionisti. Le stesse che, ovviamente, devono avere sede in un altro paese dell’Unione Europea. L’iscrizione al Vies è diventata obbligatoria in Italia da almeno 13 anni, grazie all’articolo 27 del decreto legge 78. Per le operazioni di controllo si utilizza la pagina “Controllo Vies“.

Impostazioni privacy