Nel mondo ci sono edifici incompiuti che comunque incantano il turista: ecco quali sono

Ci sono edifici e costruzioni nel mondo che raccontano la storia dei popoli e della gente che li hanno abitati, anche quelli mai terminati, che comunque emanano un fascino particolare

Fin da piccoli ci hanno insegnato che un lavoro va portato a termine e mai lasciato a metà, però al giorno d’ oggi, nel mondo, abbiamo più di un esempio di tante opere mai completate per esaurimento di fondi, per un progetto sbagliato o semplicemente perché l’opera è talmente ciclopica che continuerà a crescere all’infinito.

Molte opere nel mondo non sono completate – Notizie.com

Palazzi, cattedrali, castelli, grattacieli e persino una centrale nucleare rientrano in questa particolare categorie di edifici importanti e imponenti mai portati a termine, a fronte di ingenti somme di denaro investite e poi spese. Ma alcune di queste opere hanno comunque raggiunto l’obiettivo: diventare ugualmente un’attrazione turistica.

Opere incompiute nel mondo

Noi in Italia forse siamo quelli più abituati a non vedere il termine di opere ingegneristiche che avrebbero dovuto rappresentare, in base all’idea originaria degli ingegneri, soprattutto delle soluzioni per la popolazione: metropolitane, stazioni ferroviarie, strade, autostrade, palazzi statali. Ma anche in altre parti del mondo ci sono opere, anche enormi, che nel corso degli anni sono state abbandonate incompiute o che continuano a essere dei perenni cantieri a cielo aperto. Alcune sono addirittura riuscite a diventare anche delle attrazioni turistiche con biglietti a pagamento per entrare e vedere lo stato avanzamento lavori! Alla base di molte opere o edifici rimasti a metà ci sono i classici problemi economici che hanno fatto lievitare i costi fino a far saltare il banco degli investimenti, altre volte possono essere stati problemi politici che hanno impedito la conclusione di un progetto ideato e commissionato da chi poi non governava più. Tuttavia, alcuni di questi edifici sono in uso anche nel loro stato incompleto, mentre altri sono stati lasciati intenzionalmente con l’aspetto incompiuto. E’ il caso della Sagrada Familia a Barcellona, progettata da Gaudì. I suoi lavori di costruzione iniziarono in 1882 e il famoso architetto ha dedicato la sua vita al progetto fino alla sua morte nel 1926, quando l’edificio era inferiore al 25% del completamento. I lavori di costruzione sono proseguiti a ritmo di lumaca poiché si basavano su donazioni private e oggi non sono ancora terminati, ma resta uno degli edifici della città catalana più visitati dai turisti.

Il Ryugyong hotel in Corea del Nord – Notizie.com –

Altri esempi di opere incompiute

Lo Szkieletor è un grattacielo di 900 m che è ancora in costruzione. L’edificio si trova a Cracovia, in Polonia, ed è stato inizialmente progettato per essere la sede principale per l’Organizzazione tecnica principale. La costruzione di Szkieletor è iniziata nel 1975, ma è stata interrotta nel 1981 a causa della crisi economica e dei disordini politici provocati dall’imposizione della legge marziale nel paese. L’edificio, che era conosciuto come Unity Tower , ora assomiglia a uno scheletro ed è soprannominato “Skeletor” , una celebrità in Polonia al momento della sua costruzione. Il Ryugyong Hotel è un edificio a Pyongyang, in Corea del Nord. L’edificio incompiuto a forma di piramide è anche noto come edificio 105 a causa del numero di piani che aveva destinato a diversi usi, incluso un hotel. La costruzione dell’edificio è iniziata nel 1987 e doveva essere completato nel 1989. Tuttavia, i problemi con il materiale da costruzione hanno ritardato il suo completamento che poi è stato interrotto del tutto nel 1992 a seguito della crisi economica seguita alla caduta dell’Unione Sovietica. Altro esempio è il Soviet di Mosca, progettato all’inizio degli anni ’30 al culmine del dominio di Stalin. L’ambizioso Palazzo dei Soviet sarebbe dovuto sorgere come centro congressi politico nel centro di Mosca.

Il Metropolitan Museum di New York – Notizie.com –

 

I lavori di costruzione furono interrotti dallo scoppio della seconda guerra mondiale, dopodiché il progetto fu demolito. Doveva diventare la struttura più alta al mondo. Il Metropolitan Museum di New York, uno dei musei più famosi al mondo, sembra completo, ma osservando attentamente la parte superiore delle colonne si scopre che sono ricoperte da piramidi di calcare grezzo. Originariamente destinate alla decorazione scolpita, queste sculture non furono mai realizzate a causa del panico finanziario del 1901.

Impostazioni privacy