Lo stipendio degli assistenti di volo: ecco le cifre che non avresti mai pensato

Fare l’hostess o lo steward è un’esperienza di lavoro affascinante perché dà la possibilità di visitare diversi posti del mondo, ma non è tutto oro quello che luccica

Sicuramente è uno di quei mestieri che da sempre ha stimolato la fantasia di ognuno di noi, sempre in viaggio, sempre a visitare posti nuovi, ma in realtà è una vita che può essere anche molto stressante e che nasconde tante difficoltà. Stare sempre in giro può portare a problemi nel relazionarsi con gli altri e nel riuscire a costruirsi una famiglia.

L’assistente di volo resta un mestiere molto ambito – Notizie.com –

Hostess e steward comunque li abbiamo sempre ammirati e anche guardati con un po’ d’invidia pensando che la loro vita sia emozionante, fuori dall’ordinario e anche molto redditizia. Ma forse su questo bisogna fare qualche distinguo e capire bene che alla fine non è del tutto vero.

Un lavoro sempre ammirato

Le cabin crew sono il biglietto da visita di ogni compagnia aerea, sono loro i volti amici che dovranno cercare di rendere il nostro volo piacevole, confortevole e rassicurante. Impeccabili, eleganti e sempre curati, gli assistenti di volo hanno sempre rappresentato quel sogno di un lavoro diverso, di un’eterna vacanza per di più anche molto ben pagata. Ma in verità, soprattutto dell’entrata sul mercato delle compagnie low cost, il mestiere di hostess e steward di cabina è diventato ancora più usurante, stressante e molte volte anche sottopagato. Lo stipendio di un assistente di volo dipende in gran parte da due fattori in particolare: per prima cosa, gli anni di esperienza nel ruolo e in secondo luogo c’è da dire che gli stipendi possono variare in base alla compagnia aerea per la quale si lavora. In genere, il personale di cabina lavora per 5 giorni consecutivi e ha 2 o 3 giorni di riposo, che possono essere qualsiasi giorno della settimana. Inoltre, potrebbe essere necessario dormire fuori casa più volte a settimana, ma le spese saranno coperte dalla compagnia aerea.

Emirates Airlines resta la compagnia di riferimento – Notizie.com –

Molto dipende dai contratti con le varie compagnie aeree

Prima l’assistente di volo guadagnava bene, ora con l’avvento delle low cost ci sono salari più bassi e contratti temporanei. Il guadagno medio è di 1500 euro al mese netti, ma varia da compagnia a compagnia. Ci sono anche benefit come tariffe scontate e rimborsi spese. Le compagnie più ricche come Emirates, Qatar Airways e altre offrono anche l’alloggio di servizio. A inizio della carriera lo stipendio minimo per una hostess o uno steward può non superare i 730 euro netti al mese che, nel tempo, possono aumentare fino alla cifra di 1360 euro al mese anche se si hanno meno di 3 anni di esperienza. Più tempo si rimane nel settore, più alto sarà lo stipendio, per chi ha maturato 10 anni di carriera è possibile che la retribuzione possa salire  fino a quasi 3.000 euro.

L’avvento delle low cost ha complicato la vita degli assistenti di volo – Notizie.com –

Ma a quel punto entra in ballo la compagnia per la quale si lavora, come è logico pensare, compagnie come Ryanair assicureranno una busta paga più bassa rispetto a quanto può garantire una compagnia di bandiera. In media, un assistente di volo della Ryanair guadagna tra €1100 e €1500 al mese, per Easyjet invece gli stipendi variano da 1300 euro in inverno e 1800 in estate, per le maggiori ore di volo. Se invece prendiamo lo stipendio medio delle compagnie di bandiera più famose, si va da 1500 euro nei primi anni per AirFrance, che arrivano a 3500 a fine carriera, mentre il massimo stipendio per British Airways è di 3mila euro, con un minimo di 1500, ma poi ci sono le più ambite come Emirates Airlines il cui stipendio base oscilla tra i 2.100 e i 2.300 euro al mese.

Impostazioni privacy