Lo sport fa bene anche agli smartphone: svelato il segreto

Lo sport non è utile solo al nostro corpo ma fa bene pure al nostro smartphone: esiste un segreto che forse fino ad ora non conoscevi.

Potrà sembrare incredibile ma fare sport in modo costante è qualcosa che non solo aiuta noi stessi, ma che può fare del bene anche al nostro fedele smartphone che è sempre con noi in qualsiasi momento della giornata.

Sport
Sport, Notizie.com

Quante volte sarà capitato di avere il cellulare scarico nel momento del bisogno o magari di trovarsi con un auricolare che si spegne durante la conversazione: ebbene, queste cose potrebbero non succedere più grazie proprio alla turbina eolica che i ricercatori cinesi hanno messo a punto.

Si chiama ricarica ad aria, ad averci lavorato sono stati Ya Yang e i suoi colleghi del Beijing Institute of Nanoernergy, insieme sono riusciti a far nascere un piccolo dispositivo che è in grado di rigenerare energia con il semplice spostamento d’aria che si provoca nel momento in cui si cammina. Ma entriamo nel particolare e scopriamo come funziona.

Sport per i cellulari: mai più scarichi grazie alle turbine eoliche

Insomma si tratta di una vera e propria rivoluzione che non potrà fare altro che permettere al vostro smartphone di non trovarsi mai sul punto di essere scarico, specialmente nel momento del bisogno e stesso discorso vale pure per gli auricolari wireless che in tante occasioni si spengono proprio nel bel mezzo di una conversazione.

Sport, Notizie.com

Come detto prima, i ricercatori, hanno creato un piccolo dispositivo che è in grado di generare energia con lo spostamento dell’aria che viene provocato proprio quando si cammina o si corre. Ebbene questa corrente viene poi immagazzinata nella batteria e può caricare tanti dispositivi.

È composta da due strisce di plastica inserite in un tubo (come vedete nella breve animazione che segue) che al passaggio dell’aria entrano in contatto tra loro generando elettricità statica. Questa energia viene poi catturata e resa disponibile per alimentare sensori e altri piccoli dispositivi” questo è quello che riporta la nota ufficiale.

Al momento la ricerca è solo all’inizio e infatti pare che la corrente che per ora si riesce a generare è in grado di potere accendere solo un led ma con il passare degli anni e con gli studi che saranno portati avanti, certamente la turbina riuscirà nel  suo intento di diventare ancora più potente, fino ad arrivare alla soluzione di potere ricaricare un intero smartphone in pochissimo tempo.
Impostazioni privacy