Freddy Mercury: all’asta 1500 oggetti della sua collezione privata

Si terrà in questi giorni un’importante asta dove verranno battuti alcuni degli oggetti più cari appartenuti al leader dei Queen, morto di AIDS oltre trenta anni fa

All’asta da Sotheby’s l’intera collezione privata dell’artista inglese, oltre 1500 pezzi custoditi nella sua dimora di Garden Lodge a Kensington, quella che considerava il suo regno, e che dalla sua morte nel 1991 fino ad oggi era rimasta intatta.

Molti oggetti appartenuti al leader dei Queen andranno all’asta – Npotizie.com

Freddie Mercury è stato un cantautore e compositore britannico di origini parsi, scomparso di AIDS nel 1991. E’ ricordato per il suo talento vocale e per l’esuberante personalità sul palco, ed è considerato per questo uno dei più celebri e influenti artisti nella storia del rock e riconosciuto come uno dei migliori frontman di sempre. Come membro dei Queen venne inserito nella Rock and Roll Hall of Fame nel 2001, come singolo artista entrò a far parte della Songwriters Hall of Fame nel 2003.

All’asta i cimeli di una vita

Un vero e proprio tesoro per i tanti fan che ancora idolatrano il leader dei Queen nonostante siano passati oltre 30 anni dalla sua prematura scomparsa. Costumi di scena, come tute con paillettes, scarpe glitterate e la replica della corona di Sant’Edoardo in pelliccia sintetica, velluto rosso e strass, indossata durante l’ultimo tour con i Queen negli anni 80, ma anche autentiche “chicche” dal sacro valore come il testo scritto a mano dallo stesso Mercury di “We are the champions”. Insomma quello che andrà all’asta da Sotheby’s a Londra il 4 agosto e chiuderà nel giorno in cui Mercury avrebbe compiuto 77 anni, il 5 settembre prossimo, sarà l’intera la collezione privata di Freddie Mercury. Oltre 1500 pezzi custoditi nella sua dimora di Garden Lodge a Londra, quella che il frontman dei Queen considerava il suo rifugio e dove aveva deciso di andare a trascorrere la sua vecchiaia prima di incorrere nella terribile malattia e, dopo averla acquistata nel 1980, Mercury l’arredò con preziosi oggetti d’arte, alcuni collezionati durante i suoi viaggi.

Uno dei fontman più istrionici della storia musicale – Notizie.com –

Gli oggetti custoditi con cura dall’amica

Nel comunicato ufficiale, la celebre casa d’asta inglese annuncia che a porre in vendita gli oggetti è l’amica del cuore di Freddie, Mary Austin, la donna che ne ha avuto cura in tutti questi anni, ma ora sembra si sia decisa a cederli perché è arrivato il tempo di lasciarli andare. “Per molti anni ho avuto la gioia e il privilegio di vivere circondata da tutte le cose meravigliose che Freddie aveva trovato e amava. Ma gli anni sono passati ed è giunto il momento per me di prendere la difficile decisione di chiudere questo capitolo molto speciale della mia vita.

Freddie è stato un collezionista incredibile e intelligente che ci ha mostrato che esiste bellezza, divertimento e dialogo in ogni cosa.”. La Austin donerà una parte dei proventi delle vendite a enti di beneficenza che combattono l’AIDS, il Mercury Phoenix Trust e la Elton John Aids Foundation. Tante le mirabilie che verranno messe all’asta per le quali la casa d’asta pensa di ricavare fino a 7 milioni di sterline: degli occhiali rosa a forma di stella simili a quelli che Mercury indossava nel video musicale di “We Will Rock You” , il suo minuscolo pettine per baffi di Tiffany, la sua chitarra, che si ritiene sia stata usata per scrivere e registrare “Crazy Little Thing Called Love” e il panciotto che Mercury indossava nel suo ultimo video musicale, “These Are The Days Of Our Lives”.

Impostazioni privacy