Fiumicino: inaugurata la nuova area d’imbarco, un salto nel futuro per i viaggiatori

La nuova avveniristica struttura di Fiumicino punta a massimizzare gli spazi dedicati ai passeggeri e agevolarne l’orientamento verso i gate d’imbarco

A soltanto meno di un anno dall’inaugurazione dell’area di imbarco A del Leonardo da Vinci, è stata riaperta oggi la nuova area d’imbarco del Terminal 1, dopo la ristrutturazione a cui è stata sottoposta, che avrà una capacità di 6 milioni di passeggeri in partenza ogni anno verso destinazioni nazionali e Schengen.

L’aeroporto di Fiumicino diventa sempre più grande e moderno – Notizie.com – Ansa foto

L’aeroporto di Fiumicino da anni si conferma il primo aeroporto nazionale per traffico passeggeri e uno dei più importanti hub europei. In particolare il Leonardo da Vinci si conferma al primo posto per traffico passeggeri con circa 11,6 milioni e una quota del 14,4% del traffico passeggeri totale.

Un salto nel futuro

Una superficie complessiva di quasi 25.000 metri quadri, 12 nuovi ponti previsti per l’imbarco diretto sull’aeromobile e 44 self boarding gate, oltre a colonne digitali integrate nelle strutture. Inoltre nella zona arrivi è stato installato un nuovo sistema di smistamento bagagli, con 3 nuovi nastri di riconsegna per una capacità aggiuntiva di ulteriori 3 milioni di passeggeri l’anno. Eccolo il nuovo gioiello dell’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino, inaugurato ieri alla presenza, tra gli altri, del ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Matteo Salvini, il sottosegretario alla Cultura, Vittorio Sgarbi, il presidente dell’Enac, Pierluigi Di Palma, l’Ad di Ita Airways, Fabio Lazzerini, il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri. Una ristrutturazione completa e avveniristica del Terminal 1 che segue l’apertura del Terminal A dello scorso anno. Tutto per un investimento complessivo pari a 500 milioni di euro, che punta anche l’apertura dell’ex area di imbarco C, prevista prima dell’estate, e alla ristrutturazione dell’ex molo D, che sarà avviata nei prossimi mesi. 

L’avveniristico Terminal 1 ristrutturato – Notizie.com – Ansa foto

Il Giubileo del 2025

Un processo di miglioramento per l’aeroporto più grande d’Italia, oramai hub internazionale tra i primi in Europa, che si sta preparando ad accogliere milioni di pellegrini per il Giubileo previsto a Roma nel 2025. La nuova infrastruttura è stata realizzata adottando i più moderni protocolli ambientali, senza effettuare alcuno scavo o aumentare di un solo metro cubo l’infrastruttura esistente e riutilizzando i materiali di costruzione, testimoniando inoltre l’eccellenza italiana da un punto di vista ingegneristico e architettonico. Si tratta di una struttura con una capacità di 6 milioni di passeggeri in partenza, ogni anno, verso destinazioni nazionali e Schengen, dotata di 22 gate, di cui oltre la metà attrezzati con pontili per l’imbarco. Tra le novità a disposizione dei passeggeri c’è la possibilità, inquadrando un QR code posizionato sui leadwall dei gate di imbarco, di ascoltare via podcast una guida della destinazione di arrivo con curiosità e luoghi da non perdere, che può essere scaricata e portata anche in volo.

Impostazioni privacy