Crisi della banche, come va avanti la situazione?

Continua a destare qualche preoccupazione la crisi bancaria dell’ultimo periodo: ma come sta evolvendo il tutto? Ecco le novità.

Rimangono delle grandi preoccupazioni in fatto di banche specialmente a seguito delle forti crisi che le hanno attraversate nell’ultimo periodo e che non fanno dormire sonni tranquilli gli investitori e nemmeno le persone che gli hanno affidato i risparmi.

Banca
Banca, Notizie.com

Gli interrogativi restano in primo piano anche se l’andamento delle borse nell’ultimo periodo stanno segnando un ritorno alla tranquillità, non pare ancora il caso di cantare vittoria; ad avere parlato di questo particolare è stata la Bce che tramite il capo vigilanza Enria ha ammesso: “La recente disfatta finanziaria ha evidenziato la necessità di un maggiore controllo normativo su alcuni aspetti. In realtà gli analisti si stanno chiedendo se il mercato sia guidato dal sentimento piuttosto che dai fondamentali quando si tratta di scontare i timori di una crisi bancaria sistemica”.

Insomma i punti da prendere in considerazione sono davvero tantissimi anche se la crisi attuale non desta a tutti la stessa preoccupazione, Sara Devereux di Vanguard ha infatti affermato: La crisi attuale non è come quella di Lehman Brothers. Le banche hanno avuto problemi di gestione del rischio con le attività tradizionali. I tassi in rapido aumento hanno messo in luce queste debolezze. Le banche sono state costrette a diventare venditori, realizzando perdite dopo che i loro investimenti obbligazionari erano ben al di sotto del valore nominale”.

Banca, la crisi è davvero alle spalle? Le preoccupazioni restano

Insomma potrebbe anche darsi che la crisi bancaria che nell’ultimo periodo ha destato grande preoccupazione sia davvero alle spalle, anche se per il momento non si può fare altro che usare un cauto ottimismo, la cosa importante di cui tenere conto, cosi come si legge sull’Adnkronos è che SVB e Credit Suisse potrebbero essere ancora in piedi oggi se non avessero perso la fiducia dei loro clienti, particolare messo in luce anche dai deflussi di depositi da entrambe le banche negli ultimi mesi.

Banca, Notizie.com

“È stato più un ‘contagio sentimentale piuttosto che uno sistemico che abbiamo invece visto durante la crisi finanziaria globale” ha poi ammesso Citi che si è messa dalla parte degli analisti più scettici aggiungendo: “Come abbiamo visto con Credit Suisse, il rischio è che ci sia un impatto psicologico sui depositanti”.

Quindi per concludere, la fiducia è certamente una cosa importante per quanto riguarda il discorso banche, senza di quella sarà davvero impossibile attirare persone ed è anche per questo che proprio nella recente conferenza bancaria che si è tenuta a Las Vegas si è molto discusso tra i dirigenti del settore su come rafforzare la fedeltà dei clienti.

Impostazioni privacy