Cosa può accadere con la crisi economica: i tre scenari

Quali sono gli scenari che si possono presentare davanti a noi a causa della crisi economica? Scopriamoli.

Parliamoci chiaro, è un periodo davvero difficile quello che ci stiamo trovando a vivere, specialmente per quanto concerne le crisi economiche e le turbolenze bancarie che non fanno dormire sonni tranquilli gli italiani.

Crisi economica
Crisi economica, Notizie.com

Esistono infatti tre possibili scenari che in questa situazione possono essere vagliati e che sono stati appunto ipotizzati dai trader riguardo proprio questa complicata e difficile situazione dei mercati: “Il dibattito su cosa può davvero accadere nella finanza mondiale è aperto e riflette su come investitori e mercati potrebbero evolvere in un contesto così fragile, caratterizzato soprattutto da preoccupazioni per la liquidità, il credito e le insolvenze innescate dalla pericolosa spirale della crisi bancaria” queste le parole che riporta Money.it.

Ma entriamo nel particolare e scopriamo nello specifico questa questione, partendo appunto dagli scenari che si potrebbero palesare davanti a noi, anche prima del previsto.

Crisi economica, quali sono gli scenari in cui potremmo andare incontro?

Come detto prima, chi sta studiando la situazione economica da vicino, ha stilato tre possibili scenari che quanto prima ci si potrebbe trovare ad affrontare e sono: crollo dei guadagni societari, titoli difensivi alla ribalta, ritorno agli acquisti dei tecnologici.

Crisi economica, Notizie.com

E quindi, ci sono una parte di investitori che pensano che a breve si andrà incontro ad una discesa degli utili societari: “Alcuni analisti prevedono che gli utili dell’S&P 500 scenderanno del 4,6% nel primo trimestre del 2023 rispetto allo stesso periodo di un anno fa” si legge sull’Adnkronos e ancora: “Nello specifico, si prevede che i finanziari S&P 500 registreranno una crescita degli utili anno su anno nel primo trimestre del 5,4%, rendendolo uno dei soli quattro settori i cui utili dovrebbero aumentare”.

Poi altri investitori invece pensano che la cosa giusta sia quella di puntare su degli asset difensivi:È ridicolo che quei trader pensino che le prospettive siano davvero molto migliorate per tali asset” ha rivelato Cramer e ancora: “I difensivi hanno ancora un posto da riempire in un portafoglio, ma più piccolo, poiché avendo sovraperformato nel 2022, ora potrebbero essere in una fase di perdita di appeal”.

Infine il terzo scenario potrebbe essere quello che punta su i titoli tecnologici a grande capitalizzazione, secondo cui un motivo per comprare ad esempio una società come Google potrebbe essere quella di trovare un bilancio solido, in mezzo a tante società in cui le cose vanno più male che bene.

Impostazioni privacy