Rischio spie: ecco cosa può succedere con le telecamere interne di alcune auto

Gli ultimi modelli delle automobili vendute dal magnate Elon Musk possono violare la privacy dei proprietari a causa delle telecamere istallate negli abitacoli

L’ultimo modello della Tesla, la berlina a 4 porte di segmento D a propulsione elettrica, dotata di batteria agli ioni di litio ricaricabile, prodotta dall’azienda californiana fondata da Elon Musk da luglio 2017, potrebbe violare la privacy degli occupanti per via del sistema di telecamere integrate che riprendono tutto quello che accade riportandolo ai dipendenti dell’azienda.

Un modello Tesla accusato di violazione della privacy – Notizie.com –

Un recente rapporto dell’agenzia tedesca Reuters ha infatti segnalato questa “anomalia” che potrebbe, se vero, risultare un precedente molto grave, dopo la pubblicazione su alcuni social media di immagini destinate ai tecnici e agli ingegneri interni all’azienda, che mostravano candidamente la vita a bordo dell’autovettura durante i tragitti.

Una telecamera di troppo

La Tesla, la rivoluzionaria berlina lanciata anni fa sul mercato dal magnate americano Elon Musk, potrebbe andare incontro a una grave violazione della privacy. Tutto nasce da uno studio dettagliato pubblicato dall’agenzia Reuters su dei video destinati a un team specializzato di tecnici dell’azienda americana. Pubblicati probabilmente per errore su alcuni social media, mostravano la vita di bordo delle persone all’interno degli abitacoli, ovviamente a loro insaputa. “Tra il 2019 e il 2022, un gruppo di dipendenti del gigante dell’auto elettrica avrebbe condiviso privatamente video e immagini altamente invasivi registrati dalle telecamere installate a bordo delle vetture”. Sarebbe la telecamera istallata nello specchietto retrovisore interno la responsabile di queste riprese inopportune, ma il problema è che queste immagini servono anche per aiutare il computer di bordo a identificare determinati oggetti o segnali stradali. Inoltre c’è un ostacolo più grande da superare, è praticamente impossibile ottenere un’auto senza telecamere. Ad esempio le nuove auto vendute negli Stati Uniti, secondo una legge federale, devono avere delle telecamere di backup.

Sotto accusa la telecamera dello specchietto retrovisore interno – Notizie.com –

Si muovono anche altre nazioni

E’ stato lo stesso Elon Musk a intervenire sull’argomento svelando la reale funzione della telecamera interna istallata sulla Tesla modello 3. In pratica Tesla ha previsto di lanciare con il nuovo modello 3 una flotta di taxi robot a guida autonoma. Quando i clienti Tesla privati non useranno l’auto, potranno metterla a disposizione tramite un’app dedicata. La telecamera interna servirà, quando sarà abilitata, a registrare cosa succede nell’abitacolo delle Tesla Model 3 durante il noleggio. Il fatto è che la notizia diffusa dalla Reuters potrebbe avere anche ripercussioni di politica internazionale. Il presidente cinese Xi Jinping ha fatto sapere di essere molto preoccupato della diffusione di questo modello di automobile in grado di spiare gli occupanti. Il timore di Pechino è quello che le auto di Elon Musk possano fungere da occhi e orecchie per il nemico, quindi il governo americano. Ecco perché, per due mesi a tutti i modelli Tesla sarà vietato l’ingresso e la circolazione nel distretto costiero di Beidaihe, nella zona orientale del paese asiatico, che da luglio ad agosto ospiterà una serie di riunioni dei massimi vertici cinesi, incluso il presidente Xi.

 

Impostazioni privacy