Vi siete mai chiesti come funzionano i fuochi d’artificio?

28Vi siete mai chiesti come nascono e soprattutto come funzionano i fuochi d’artificio? La risposta, quasi certamente, vi sorprenderà 

Uno dei momenti più belli dell’inizio del nuovo anno, oppure quando si è ad un matrimonio oppure ad una festa di compleanno importante una delle parti migliori non possono che essere i fuochi d’artificio. Risulta davvero impossibile non affascinarsi a guardare meraviglie del genere (come la foto in basso).

Come nascono i fuochi d'artificio?
Fuochi d’artificio (Pixabay Foto) Notizie.com

Anche se, quello che vi chiediamo adesso, è un’altra cosa. Vi siete mai chiesti da dove nascono? E, soprattutto, come funzionano? Ed anche sapere cosa c’è al loro interno. La risposta a tutto questo ovviamente c’è e siamo sicuri che vi sorprenderà. Tanto da farvi rimanere senza parole.

Fuochi d’artificio, da dove nascono e come funzionano?

Ovviamente chi produce i fuochi d’artificio riesce ad ottenere delle forme e dei colori che spiazzano tutti i presenti. In molti, però, nel corso degli anni si sono chiesti come può variare l’effetto dell’esplosione. In merito a questo argomento, però, bisogna fare un bel po’ di chiarezza. Anche perché, il tutto dipende esclusivamente dal tipo di palline esplosive. Non solo: anche dalla polvere pirica.

Le stesse che sono confezionate proprio all’interno di queste bombe. Basti pensare che, nella maggior parte dei casi, i tradizionali fuochi d’artificio rappresentano (perlopiù) degli alberi. In particolar modo delle palme, salici e molto altro ancora. Senza dimenticare, inoltre, la forma dei fiori (come girasoli, crisantemi e tanti altri ancora). Insomma, la risposta a tutto questo è molto semplice: si tratta di un miscelo che vede come protagonisti sia la chimica che la fisica.

Come nascono i fuochi d'artificio?
Come funzionano i fuochi d’artificio (Pixabay Foto) Notizie.com

Ricordiamo che, se a matrimoni, feste e molto altro ancora, vediamo questi fuochi d’artificio dobbiamo ringraziare i cinesi. Già, proprio dalla Cina ha avuto inizio il tutto. Per chi non lo sapesse, infatti, a partire dall’anno 1000 nel Paese asiatico è nato proprio la Pirotecnica. Come? A seguito della casuale scoperta della polvere da sparo (nota anche come polvere nera) che è avvenuta almeno 200 anni prima. Da quel momento in poi si è diffusa in quasi tutto il mondo. Tanto da confermarsi come una delle bellezze di intrattenimento più importanti.

Chi li produce, invece, è proprio il pirotecnico. Ovvero colui che fabbrica fuochi artificiali o che effettua lo sparo di armi da fuoco o di fuochi artificiali o in genere esplosioni o accensioni pericolose. In particolar modo in dei luoghi abitati oppure nelle sue adiacenze o lungo la via pubblica.

 

 

Impostazioni privacy