Falsi avvisi sul parabrezza: arriva la nuova truffa

E’ iniziata l’era di una nuova truffa, questa volta a cadere nel mirino sono le persone che si trovano la multa sul parabrezza.

Si tratta davvero di una situazione incresciosa a cui tutti devono prestare massima attenzione, ad avere fatto scattare l’allarme è stata proprio la Polizia Locale che ha invitato la cittadinanza a fare attenzione.

Multa falsa
Multa, Notizie.com

Ci troviamo nel territorio di Trieste, dove da qualche tempo, è possibile trovare sul parabrezza della macchina degli avvisi o per meglio dire delle multe: insomma un avviso di violazione che potrebbe a tutti gli effetti essere falso.

Ad avere costatato il problema sono stati alcuni agenti che proprio in una vita del centro hanno trovato sul tergicristallo di una macchina di un veicolo in sosta in avviso che però era falso: “su un lato del foglio in carta bianca, i loghi del Comune e della Polizia Locale di Trieste, la targa del veicolo e l’importo della presunta sanzione e sul retro le modalità di pagamento con un numero di conto corrente postale intestato ad un’inesistente Amministrazione Provinciale Trieste Servizio Polizia Municipale” questo si legge sul Corriere.it.

Multa falsa sul parabrezza della macchina: scatta l’allarme

Insomma è scattato un allarme generale specialmente a Trieste dove degli agenti della Polizia Locale hanno trovato sul parabrezza di una macchina una multa falsa che però sembrava davvero potere ingannare chi la vedeva.

Multa, foto fonte Google Notizie.com

Si tratta di una truffa a regola d’arte, su sui la Polizia sta cercando di mettere in guardia tutti i cittadini cosi che non possano cadere in un problema del genere e venire derubati per qualcosa che non hanno fatto.

Il foglio chiaramente falso per un operatore di Polizia locale potrebbe però trarre in inganno gli automobilisti con il rischio che paghino la finta multa in totale buona fede. La Polizia locale avvisa perciò i cittadini a prestare la massima attenzione e nel caso trovassero sul parabrezza l’avviso anomalo della foto a chiamare la Sala Operativa (040.366.111) o altro organo di polizia. Il nucleo di polizia giudiziaria sta conducendo le indagini per risalire ai responsabili” questo quello che riporta la nota ufficiale.

Insomma davvero una situazione incresciosa che non è la prima volta che avviene e davanti il quale su e giù per l’Italia ci si è sempre purtroppo trovati ad imbattersi: la speranza è che nessuno si possa trovare nelle condizioni di cadere in questa truffa o almeno la polizia locale è quello che spera, dopo avere fatto partire l’allarme.

Impostazioni privacy