Busta paga Aprile 2023, ecco per chi saranno i nuovi bonus

Novità in arrivo per la busta paga di Aprile, per alcune categorie di lavoratori ci saranno dei nuovi bonus.

Probabilmente è la notizia che in tanti stavano aspettando e che renderà felice moltissime categorie di persone, per questo mese di Aprile infatti nella busta paga di qualcuno potrebbero esserci dei bonus ulteriori.

Busta paga
Busta paga, Notizie.com

Ricordiamoci infatti ad Aprile ci sono state più festività e questo in un certo senso aiuta anche a guadagnare di più: da un lato infatti le persone che hanno goduto del giorno di vacanza in più non devono nemmeno temere il taglio dello stipendio visto che l’assenza sarà retribuita come se fosse un giorno di lavoro normale.

E poi invece cosa importante è che chi invece ha fatto un accordo con il datore di lavoro ed ha lavorato in modo regolare ha anche diritto ad un aumento che in genere dovrebbe equivalere ad un 30% in più rispetto al solito. Ma non finisce qua.

Busta paga di Aprile per quale festività potrebbe arrivare l’aumento

Come detto prima, visto che in questo mese ci sono state diverse festività, è possibile che moltissimi lavoratori, che magari hanno anche dato servizio in quelle giornate, possano avere un aumento.

Busta paga, Notizie.com

Ma la cosa fondamentale da tenere conto, tanto per cominciare è capire bene quale giornate possono essere considerate festive, cosi come riporta Money.it. “Secondo la normativa – articolo 2 della legge n. 260 del 27 maggio 1949 – infatti, Pasqua non è considerato come un giorno festivo, quindi chi ha lavorato il 9 aprile al massimo può confidare nella maggiorazione per lavoro domenicale se riconosciuta dal contratto collettivo”.

Quindi, l’aumento dello stipendio scatta per giorno festivo scatta solo per le persone che hanno lavorato nei giorni del 10 e 25 aprile, solo in pochissimi casi chi ha lavorato nel giorno Pasqua, se stabilito dal contratto di categoria, in deroga a quanto stabilito dalla normativa nazionale, lo considera comunque come giorno festivo.

Detto questo, oltre a quanto detto, nella busta paga verrà sempre riconosciuto il bonus che ha a che fare con lo sgravio contributivo che è stato introdotto dalla legge di Bilancio 2023, e che riguarda il 3% per chi guadagna meno di 25.000 euro l’anno, del 2% per chi sta sopra questa soglia ma comunque sotto i 35.000 euro. Sgravio che da mese di Maggio, proprio come da proposta inserita nel Decreto lavoro, sarà anche potenziato di un ulteriore 1%, con ulteriori vantaggi in busta paga a partire dal prossimo mese.

Impostazioni privacy