Bonus 150 euro chi può ancora ottenerlo?

Per alcune categorie di lavoratori, è ancora possibile ottenere il bonus da 150 euro tra chi non lo ha avuto: in che modo?

Il bonus da 150 euro è ancora possibile richiederlo da parte di alcune categorie di lavoratori che fino a questo momento non sono riuscite a ottenerlo, si tratta dei lavoratori stagionali, collaboratori e lavoratori dello spettacolo che non hanno ancora ricevuto il bonus 150 euro in quanto la richiesta è stata bocciata dall’Inps possono iniziare a muoversi per presentare la domanda di riesame.

Bonus 150 euro
Bonus, Notizie.com

Ad avere confermato la notizia è stato proprio l’Inps, tramite una nota ufficiale in cui sono state inserite tutte le informazioni su i vari documenti da allegare in questo riesame, per esempio nel caso in cui la domanda dei 150 euro era stata respinta perchè mancavano delle informazioni che si riferivano ai redditi percepiti nel 2021.

Ebbene, in questo caso il lavoratore che lo richiede può anche semplicemente allegare una autocertificazione in cui dichiara di essere in possesso di tutti i requisiti che sono richiesti: “l’Inps ha confermato di aver completato la prima fase di gestione centralizzata delle istanze dando così il via libera alla fase di riesame per la quale è opportuno procedere entro i 90 giorni successivi dalla pubblicazione del suddetto messaggio, quindi il 13 luglio prossimo. Con lo stesso vengono fornite anche le indicazioni sulle motivazioni che hanno portato all’esito negativo, nonché su cosa fare per risolvere”.

Bonus 150 euro: chi può ancora ottenerlo?

Quindi una volta chiarito che l’Inps ha confermato la possibilità di chiedere il bonus da 150 euro per le categorie di lavoratori che ancora non lo hanno ottenuto, resta da scoprire chi sono coloro che lo possono chiedere.

Bonus , Notizie.com
  • titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di cui all’articolo 409 del codice di procedura civile, dottorandi e assegnisti di ricerca. Ai collaboratori il bonus è riconosciuto a condizione che il contratto di collaborazione fosse in essere alla data del 18 maggio 2022, a patto poi che alla stessa data non risultassero percettori di pensione. Il limite di reddito percepito dai suddetti contratti nel 2021 non deve superare la soglia di 20.000 euro;
  • stagionali, a tempo determinato e intermittenti, di cui agli articoli da 13 a 18 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, compresi i lavoratori a tempo determinato del settore agricolo. A questi viene chiesto di aver svolto nel 2021 almeno 50 giornate di lavoro effettivo nell’ambito di uno o più rapporti di lavoro di tipo stagionale, si a tempo determinato che intermittente. Anche in questo caso il limite di reddito conseguito nel 2021 è pari a 20.000 euro;
  • iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo che nel 2021 abbiano almeno 50 contributi giornalieri versati nel suddetto Fondo, con reddito derivante da tali rapporti non superiore a 20.000 euro.

Le persone che fanno parte di questa categoria aveva tempo fino al 31 Gennaio per potere presentare la domanda, chi non lo ha fatto può fare la richiesta. Nel caso in cui chi ha inviato la domanda non ha ancora beneficiato della richiesta per un esito negativo, può ripetere il tutto entro il 13 Luglio 2023.

Impostazioni privacy